Sab 21 luglio presentazione libro e spettacolo su Vivian Maier a Castelnuovo Magra

Siete pronti per un’estate piena di sorprese? Ne vedrete delle belle! Intanto segnatevi tutti in agenda l’appuntamento di sabato 21 luglio in piazza Querciola a Castelnuovo Magra (SP), dove alle 21.15 andrà in scena lo spettacolo “Gli occhi di Vivian Maier. I’m a Camera” di e con Roberto Carlone… ovviamente ci sarà anche la possibilità di visitare la mostra “L’autre Vivian”, allestita nella Torre del Castello dei vescovi di Luni… ma visto che ci siete arrivate presto perché alle 19.00 ci sarà un aperitivo speciale al Circolo Arci di Castelnuovo con la presentazione in anteprima assoluta del libro di Roberto Carlone “L’autre Vivian. Un viaggio inedito nella Francia di Vivian Maier” (Edizioni ETS), una s orta di catalogo apocrifo della mostra, fresco di stampa, che è stato ispirato proprio dallo spettacolo con la regia di Carlone e Caterina Cavallari. Per info 3290099418. VI ASPETTIAMO!!!

Sabato 21 luglio Castelnuovo Magra

ore 19

Circolo ARCI Castelnuovo Magra

Presentazione del libro di Roberto Carlone

L’autre Vivian.
Un viaggio inedito nella Francia di Vivian Maier

(Edizioni ETS)

ore 21.15

Piazza Querciola

“Gli occhi di Vivian Maier. I’m a Camera”

Spettacolo di e con Roberto Carlone

l'autre vivien

Scheda libro

Il libro nasce dallo spettacolo “Gli occhi di Vivian Maier (I’m a camera)” che ha girato in parte dell’Europa ed è interamente dedicato alla grande “fotografa bambinaia”, ma è anche il “catalogo apocrifo” dell’allestimento di fotografie francesi: “L’autre Vivian” (Castelnuovo Magra, 1 giugno – 14 ottobre 2018). Si vuole offrire al lettore un’altra Vivian, molto diversa rispetto alla figura portata alla ribalta da uno dei casi fotografici più eclatanti. Buona parte dei suoi documenti è stata occultata. E proprio partendo dal suo felicissimo periodo francese si indaga l’artista, con la pertinace volontà di considerarla una fotografa, una donna, una persona e non solo un fenomeno condizionato da logiche commerciali.

 

 

 

 

sprttacolo gli occhi di vivian maierScheda spettacolo
“Gli occhi di Vivian Maier (I’m a camera)” è uno spettacolo denso di poesia sul caso più eclatante di fama postuma sulla fotografa franco-americana, la bambinaia dalla vita enigmatica che lasciò 150.000 fotografie la maggior parte delle quali mai sviluppate. Una storia di tempi sbagliati, un racconto sulla binomio fotografia-vita, sulla forza e sul mistero di una donna sola e forte che ha abbracciato il mondo catalogandolo e sull’onestà e l’essenzialità dell’arte.
Roberto Carlone (fondatore della Banda Osiris) racconta per la prima volta in maniera inusuale ed innovativa attraverso una forma che unisce racconto, videomapping, fotografia e musica una storia carica di domande e di mistero attraverso quattro personaggi molto diversi tra loro (un edicolante, lo scopritore delle sue foto, un fotografo acuto e l’ombra di Vivian Maier) che accompagnano il racconto interpretati da un solo attore-musicista.
Uno spettacolo che è un sincero omaggio e anche una mostra ed una visita guidata nel mondo di Vivian Maier esplorandone soprattutto il lato di umanità, di poesia senza tralasciare domande profonde sull’arte e la fotografia, la gratuità del gesto fotografico e l’attenzione alla realtà del momento unico e prezioso legato allo scatto.
Lo spettacolo si avvale di un team scientifico di collaboratori: Sara Munari (fotografa e insegnante di storia della fotografia), Jeffrey Goldstein (custode e studioso del patrimonio fotografico di Vivian Maier), Françoise Perron (Association Vivian Maier et le Champsaur).
Regia Roberto Carlone – Caterina Cavallari.
Una produzione Roberto Carlone.