Aperture straordinarie visite e incontri a tema al Museo Diocesano di Pontremoli

Santa Zita

L’immagine ritrae Santa Zita, la santa del miracolo dei fiori, di origine pontremolese (Succisa), la cui festa si celebra il 27 aprile.
L’incisione, opera di Suor Isabella Piccini è tratta da un volume a stampa
(Fatinellus de Fatinellis (1627–1719). Vita beatae Zitae virginis Lucensis, ex vetustissimo codice m.s. fidelitee transumpta. Ferrara: Typographia Filoniana, 1688) che sarà in mostra al museo fino al primo maggio, proveniente dalla biblioteca storica del Seminario di Pontremoli.

Dal 21 aprile al 1 maggio, presso il Museo Diocesano di Pontremoli si presenterà una ricca serie di opportunità culturali.

In occasione della ventisettesima Festa del Bancarelfiore, il museo organizza un articolato calendario di eventi, che ha inizio sabato 21 aprile, con l’inaugurazione alle ore 11.00  della mostra Flowers, curata da Leo Forte e patrocinata dal Comune di Pontremoli. All’interno  del percorso espositivo del museo, si potranno apprezzare oltre trenta dipinti a tema floreale, realizzati da autori vari tra XIX e XX secolo, provenienti da collezioni private.

Ma il tema dei fiori, delle piante e del loro significato simbolico, tra Antico e Nuovo Testamento,  sarà anche il filo conduttore dell’incontro  guidato da don Piero Albanesi dal titolo Antiche come Noè: Leggere la Bibbia attraverso le sue piante, che si terrà, sempre presso il museo Diocesano, sabato 28 aprile alle ore 17.00.

Infine Domenica 22 e Domenica 29 il museo diocesano raddoppia gli spazi espositivi, aprendo, dalle 16 alle 19.00 il Salone dei Vescovi e le stanze attigue, poste al piano nobile dell’antico episcopio.

Per restare informati e per informazioni più dettagliate sugli orari di apertura è possibile telefonare  al numero 3386231144, ma ricordiamo anche la visitatissima pagina Facebook Museo Diocesano Pontremoli